Per te, l'Aceto Balsamico del Duca

Modena, maggio 2012, terremoto. 

Dopo quasi un anno, il busto di Francesco I d'Este,
uno tra i simboli della città, custodito alla Galleria Estense, giace ancora
chiuso in una struttura protettiva in legno, in attesa dei fondi che permettano
la creazione di un basamento antisismico.

Tornare ad esporre al pubblico il capolavoro del Bernini:
per questo progetto le eccellenze italiane si sono unite, offrendo speciali
doni a chi vorrà diventare un sostenitore!

Che cosa potrebbe arrivare a casa tua? Scegli una delle nostre fasce di donazione, aiuta Modena a
riacquistare il suo simbolo e guadagnati un bellissimo regalo.

Come le due qualità dell'Aceto Balsamico del Duca: l'Aceto
Balsamico del Duca dal 1981
e l'Aceto
Balsamico Tradizionale di Modena DOP
.



L'Aceto Balsamico del
Duca dal 1981
nasce da un'antica ricetta di famiglia ritrovata tra i
ricordi e le carte polverose di una soffitta, e richiama i sapori e profumi di
un tempo.
E' il risultato dell'accurata selezione delle uve, della
particolare cottura dei mosti e dell'affinamento in pregiate botti di rovere;
un prodotto denso e vellutato in cui il dolce sapore di mosto cotto si fonde con
un retrogusto piacevolmente legnoso e regala un'intensa emozione al palato, per
concedersi piccoli lussi quotidiani.



L'Aceto Balsamico
Tradizionale di Modena a Denominazione di Origine Protetta
rappresenta
l'assoluta eccellenza nel settore: un condimento dal sapore inimitabile,
perfettamente equilibrato tra il dolce e l'agro, con una gradevole e armonica
acidità, una piacevole corposità, e un profumo caratteristico e
indimenticabile: un'esperienza di sapori unica che rende ancora più speciale
tutto ciò su cui si posa: dal Parmigiano Reggiano alle fragole, sino al gelato.



© 2013 ARPANet per la Cultura - Milano - ITALIA - P.IVA 03929670960.